Sognando la finalissima - Incomincia il girone di ritorno e le Cipolline sono pronte a combattere per raggiungere il primo posto. Durante la partita contro l'Arcobaleno quasi decisiva per il possibile primato viene fischiato un calcio di rigore contro le Cipolline all'ultimo minuto, e lì Spillo decide di tornare in squadra parando il rigore. Nelle precedenti partite, le Cipolline erano state costrette a schierare un calciatore di movimento in porta. Ma i problemi rimangono: i ragazzi pensano troppo allo scontro diretto contro i Diavoli e giocano da "petali". Pareggiando contro l'ultima in classifica credono di non avere più chance, e invece anche i Diavoli pareggiano, così le Cipolline possono ancora farcela. Mister Champignon trova sul pullman le parole giuste da dire ai suoi calciatori e la partita è senza storia, persino Spillo segna su rigore, ma si infortuna ed è costretto a uscire. Al fischio finale i tifosi fanno festa: è la finale! E proprio con i nemici dell'Accademia Blu...

Calcio d'inizio - Tommi decide di abbandonare l'Accademia Blu convinto dal cuoco Gaston Champignon. Egli, dopo aver visto la partita tra Diavoli Rossi e Accademia Blu, squadra allenata da Walter, che fa giocare solo i suoi giocatori migliori, gli propone di creare una squadra in cui tutti possano giocare e divertirsi. Forma così le Cipolline, una squadra in cui tutti possono entrare, tutti giocano e tutti si divertono. I primi ad entrare a far parte della squadra sono i suoi migliori amici Dante e Spillo (Riccardo), che fanno un provino al Petali in Pentola. Successivamente si uniscono alla squadra le due gemelle Sara e Lara, giovani ballerine della scuola di danza di Sofia, poi Joao incontrato al parco Forlanini, Becan conosciuto da Tommi mentre lavava i vetri in via Rubattino, e Ciro, che quando ha visto le Cipolline allenarsi ai giardinetti di via Pitteri, ha subito accettato l'invito di unirsi alla squadra.Tommi, formata la squadra, sfida l'Accademia Blu per battere Loris e la sua banda, che dal primo giorno della formazione della nuova squadra non fa che prenderli in giro, ma anche per rivedere la sua amica Egle, che gli aveva detto che sarebbe venuta a vedere le partite delle Cipolline per tifare le sue amiche Sara e Lara. Fa una scommessa con il capitano dell'Accademia Blu: se le Cipolline faranno almeno 3 gol, i giocatori dell'Accademia saranno costretti a lavare i piatti del Petali in Pentola della cena la sera della partita, e ad allontanarsi dal parco dove si allenano; in caso contrario, saranno le Cipolline ad essere costrette ad andare via. Il primo tempo, su un campo allagato dalla pioggia, è un incubo per le Cipolline che subiscono un clamoroso 5-0 non riuscendo a contrastare gli avversari, perché troppo tesi. Champignon nell'intervallo rivitalizza la squadra facendo capire che loro hanno le qualità di cui hanno bisogno, e le Cipolline iniziano una clamorosa rimonta che li porterà a perdere solo 5-4, grazie a due magie di Tommi, una rovesciata e un cucchiaio, un gol di Ciro su calcio d'angolo e una punizione perfetta di Dante, costringendo Loris e amici a lavare i piatti.